EVENTO ONLINE

Un viaggio nell’interminabile notte dell’Afghanistan

Con Farhad Bitani e Federica Manzon. In collaborazione con l'Associazione iBVA

Se riscontri problemi con il video clicca qui

L'incontro è organizzato in collaborazione con l'Associazione iBVA (www.ibva.it)

Da guerriero islamista a dialogatore per la pace: la storia vera di orrore e redenzione di Farhad Bitani, ex capitano dell’esercito afghano.

Fahrad Bitani, L’ultimo lenzuolo bianco – Bitani è stato un capitano dell’esercito afghano, figlio di un generale dell’esercito poi caduto in disgrazia e condannato all’esilio: questo è il suo libro testimonianza, a causa del quale è vittima di fatwa e vive ora in Italia.

«Ci sono persone che scrivono libri perché il loro lavoro è scrivere libri. Per me non è così. Non sono uno scrittore. Io sono un militare e mio padre è un generale afghano». Inizia così la scioccante testimonianza di Farhad Bitani. Nato a Kabul nel 1986, Bitani ha attraversato da osservatore privilegiato la storia dell’Afghanistan: dal governo dei mujaheddin ai talebani fino alla velata democrazia attuale, che vive sotto l’ombrello occidentale. Figlio di un generale che ha combattuto i sovietici, ha goduto dei privilegi del potere, ma quando suo padre, sotto i talebani, è caduto in disgrazia, ha provato anche la miseria, l’indottrinamento forzato all'Islam, l’esilio. Militare egli stesso, Farhad Bitani è arrivato al grado di capitano dell’esercito afghano, dopo aver frequentato in Italia l’Accademia militare di Modena e la Scuola d’Applicazione di Torino. A seguito di un attentato in cui ha rischiato la vita, ha deciso di «lasciare le armi per impugnare la penna» e raccontare la sua storia. Nel 2012, a causa di questo libro e della sua importante testimonianza, Farhad Bitani ha ricevuto la condanna a fatwa, la condanna a morte emessa dai capi religiosi del mondo islamico. Oggi l’autore vive in Italia, dove lavora come mediatore culturale e, attraverso questo libro possente e drammatico, offre al mondo il vero volto dell’Afghanistan, aiutando a comprendere dall'interno la disumanità e le contraddizioni del fondamentalismo islamista.

Farhad Bitani (Kabul,1986) ex-capitano dell’esercito afghano, è fondatore di GAF Global Afghan Forum e Vicepresidente di Hands for Adoptions. Figlio di un generale dell’esercito afghano, ha vissuto la guerra prima sotto il regime dei mujaheddin e poi dei talebani. Ha compiuto i suoi studi in Italia, prima all'Accademia Militare di Modena e successivamente alla Scuola di Applicazione di Torino. Dopo essersi definitivamente trasferito in Italia come rifugiato politico, ha deciso di dedicare la sua vita al dialogo interculturale e alla pace.

L'incontro è organizzato in collaborazione con Associazione iBVA (www.ibva.it)


Tutti i libri presentati a Bookcity Milano sono in vendita nelle librerie milanesi, aperte secondo le normative vigenti. Prova BOOKDEALER

libri


L’ultimo lenzuolo bianco, Farhad Bitani, Neri Pozza