DAVID GROSSMAN, NÙRIA CABUTÍ, MORGAN ENTREKIN, JAMES DAUNT, HELENA GUSTAFSSON | EDITORIA

Introdotti da Luca Formenton

Se riscontri problemi con il video clicca qui

Come sarà fatto il dopo della filiera editoriale? Lo abbiamo chiesto a un grande autore, due dei più importanti editori internazionali, al CEO della più nota catena di librerie al mondo e chi sta trasformando i libri in audio.
Gli interventi sono estratti dal Convegno ARNOLDO MONDADORI E L'EDITORIA DEL FUTURO.


Nùria Cabutí: Laureata in economia alla Oxford Bookes University, dopo i primi anni come analista finanziaria a Bertelsmann, nel 2003 diventa direttrice editoriale del settore Bambini e Ragazzi di Random House Mondadori, di cui poi diventa CEO-Direttrice generale.  Dal 2013 è Ceo di Penguin Random House Grupo Editorial, il settore in lingua spagnola del più grande gruppo di editoria trade del mondo.

 

David Grossman: nato a Gerusalemme nel 1954, è considerato uno dei più autorevoli narratori contemporanei. Tra le sue opere più note, tutte edite da Mondadori, Qualcuno con cui correre, Ci sono bambini a zig zag, Che tu sia per me il coltello e A un cerbiatto somiglia il mio amore, romanzo ispirato alla tragica scomparsa del figlio Uri, avvenuta nel 2006 durante la guerra del Libano. Sono suoi anche alcuni celebri libri inchiesta dedicati alla questione palestinese (Il vento giallo, La guerra che non si può vincere, anche questi editi da Mondadori).

 

Morgan Entrekin: nel 1984 fonda la casa editrice Antlantic Monthly Press, che nel e nel 1993 fonde con la Grove Press, storica casa editrice indipendente americana, acquisita nel 1959 da Barney Rosset, editore di Henry Miller. Dalla fusione nasce la Grove Atlantic, una delle maggiori case editrici indipendenti americane, du cui attualmente Entrekin è presidente e editore. Nel 2015 lancia il sito LitHub, una piattaforma letteraria quotidiana nata con lo scopo di dare vita a un sito su cui i lettori possono fare affidamento per condividere contenuti e confrontarsi in modo intelligente, impegnato e divertente su tutto ciò che riguarda i libri. Attualmente Literary Hub pubblica saggi personali e critici, interviste e estratti di libri da oltre cento partner, tra cui editori indipendenti, grandi editori, librerie, organizzazioni no profit e riviste letterarie.

 

Helena Gustaffson è Chief Content Strategy Officer di Storytel che è, insieme a Audible, la maggiore piattaforma streaming di audiolibri e podcast. Attualmente storytel conta un milione e mezzo di abbonati in tutto il mondo, a cui vengono offerti circa 120mila contenuti. Tra il 2017 e il 2019 Storytel ha comprato le case editrici People’s Press e Gummerus Kustannus, nel 2020 ha stipulato un accordo di distribuzione con la casa editrice Forlagið e nel 2021 ha acquisito il 70% di Lind & Co, casa editrice molto forte sull’audio e sul digitale.

 

James Daunt: Fondatore della catena di librerie Daunt Books, specializzata in libri di viaggio. Il loro primo negozio a Marylebone, fondato originariamente nel 1912, è noto per essere stata la prima libreria specializzata al mondo. Dal 2011 è direttore generale della catena Waterstone, risollevandola da una precaria situazione finanziaria, e da giugno 2019 è CEO della catena libraria statunitense Barnes&Nobles.

 


Aggiungi al tuo Calendario:

13/11/2021 19:45:00 13/11/2021 20:30:00 Europe/Rome BOOKCITY: DAVID GROSSMAN, NÙRIA CABUTÍ, MORGAN ENTREKIN, JAMES DAUNT, HELENA GUSTAFSSON | EDITORIA Introdotti da Luca Formenton - <p><strong>Come sarà fatto il dopo della filiera editoriale? Lo abbiamo chiesto a un grande autore, due dei più importanti editori internazionali, al CEO della più nota catena di librerie al mondo e c , BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY