Ribelli in quanto libere: Tiziana Ferrario racconta l’Afghanistan delle donne

Con Tiziana Ferrario, Giampiero Massolo e Luca Lo Presti. Modera Marta Serafini

Homaira è una principessa afghana in fuga. Viene accolta in Italia nel 1973, quando è costretta a lasciare il suo paese insieme alla sua famiglia a causa di un colpo di Stato che ha destituito il re, suo nonno. Da allora, quasi cinquant’anni fa, l’Afghanistan è sprofondato in una guerra senza fine. Da paradiso hippy negli anni Sessanta, il paese con una cultura millenaria e paesaggi incontaminati si è trasformato in breve tempo in una terra di guerriglieri sanguinari, dove si sono succedute truppe straniere, da ogni parte del globo, fino a diventare – dopo l’11 settembre 2001, con l’attentato al World Trade Center di cui quest’anno ricorre il ventennale – l’epicentro della lotta a terroristi e talebani. Tiziana Ferrario, ex conduttrice del TG1 e a lungo inviata a New York e nello stesso Afghanistan, riunisce in un giardino immaginario la principessa fuggiasca e altre giovani afghane, ribelli perché libere.


La prenotazione all'evento è obbligatoria

L'accesso agli eventi sarà possibile solo con Certificazione Verde COVID 19 (denominata Green Pass) valida. Sarà necessario indossare correttamente la mascherina per tutta la durata degli eventi.

libri


La principessa afgana e il giardino delle giovani ribelli, Tiziana Ferrario, Chiarelettere

Aggiungi al tuo Calendario:

20/11/2021 12:30:00 20/11/2021 13:30:00 Europe/Rome BOOKCITY: Ribelli in quanto libere: Tiziana Ferrario racconta l’Afghanistan delle donne Con Tiziana Ferrario, Giampiero Massolo e Luca Lo Presti. Modera Marta Serafini - <p style="text-align: justify;">Homaira è una principessa afghana in fuga. Viene accolta in Italia nel 1973, quando è costretta a lasciare il suo paese insieme alla sua famiglia a causa di un colpo di ISPI – Palazzo Clerici, Via Clerici 5, Milano BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY