Tahrir in cella

Con Laura Cappon, Riccardo Noury e Marina Petrillo. In collaborazione con il Festival dei Diritti Umani e Fondazione Merz

Dieci anni fa, il più conosciuto e stimato tra i protagonisti della rivoluzione egiziana veniva arrestato dalle autorità del Cairo. Non era la prima volta che Alaa Abd-el Fattah – informatico, blogger, attivista, scrittore - entrava in carcere. Non sarebbe stata l’ultima. In una cella ha trascorso la gran parte di questo tempo che ci separa dalla più importante sollevazione popolare del mondo arabo. Sette anni in un carcere di massima sicurezza, da cui Alaa Abd-el Fattah, privato dei suoi diritti più elementari, è riuscito comunque a far sentire la sua voce oltre le mura del penitenziario di Tora, al Cairo. Gli scritti di @alaa, raccolti da un collettivo e pubblicati da hopefulmonster nella loro versione italiana, sono l’espressione di uno degli intellettuali più profondi del XXI secolo, nel Mediterraneo e oltre.


La prenotazione all'evento è obbligatoria

L'accesso agli eventi sarà possibile solo con Certificazione Verde COVID 19 (denominata Green Pass) valida. Sarà necessario indossare correttamente la mascherina per tutta la durata degli eventi.

libri


Non siete stati ancora sconfitti, Alaa Abd-el Fattah, Hopefulmonster

Aggiungi al tuo Calendario:

20/11/2021 18:00:00 20/11/2021 19:00:00 Europe/Rome BOOKCITY: Tahrir in cella Con Laura Cappon, Riccardo Noury e Marina Petrillo. In collaborazione con il Festival dei Diritti Umani e Fondazione Merz - <p>Dieci anni fa, il più conosciuto e stimato tra i protagonisti della rivoluzione egiziana veniva arrestato dalle autorità del Cairo. Non era la prima volta che Alaa Abd-el Fattah – informatico, blog Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento, via Borgonuovo 23, Milano BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY