Esplorare la complessità educativa e sociale del carcere

Con Roberto Bezzi, Maria Elena Magrin, Francesca Oggionni, Claudia Pecorella e i detenuti della II Casa di reclusione di Milano-Bollate

La presentazione del volume vuole introdurre studenti, operatori e cittadini in uno spazio di problematizzazione del binomio educazione-carcere, secondo un approccio multidimensionale, critico e interrogante. Perché è difficile immaginare il carcere inserito in un progetto di cittadinanza civile e democratica? Sul mandato istituzionale, centrato sulla valenza pedagogica dell’esperienza detentiva, prevale un mandato sociale, culturalmente diffuso e incisivo, che attribuisce alla reclusione una valenza (illusoriamente) salvifica rispetto ad una costante percezione di insicurezza. L’ibridazione e semplificazione confusiva tra rappresentazioni e realtà fa entrare in contraddizione le funzioni, le intenzioni e le pratiche quotidiane, specie rispetto ai temi cardine dei diritti delle persone detenute nonché delle distorsioni identitarie, esistenziali e di potere indotte dalla detenzione sulle traiettorie di vita personali, familiari e sociali.

Per maggiori dettagli sull'evento: https://www.unimib.it/bookcity.

libri


Educazione in carcere. Sguardi sulla complessità, Roberto Bezzi, Francesca Oggionni, Franco Angeli

Aggiungi al tuo Calendario:

18/11/2022 10:30:00 18/11/2022 11:30:00 Europe/Rome BOOKCITY: Esplorare la complessità educativa e sociale del carcere Con Roberto Bezzi, Maria Elena Magrin, Francesca Oggionni, Claudia Pecorella e i detenuti della II Casa di reclusione di Milano-Bollate - <p>La presentazione del volume vuole introdurre studenti, operatori e cittadini in uno spazio di problematizzazione del binomio educazione-carcere, secondo un approccio multidimensionale, critico e in Università degli Studi di Milano-Bicocca - Ed. AGORA' U6, Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY