Il lettore supremo. Manganelli da zero a cento, 1922-2022

Con Mariarosa Bricchi e Salvatore Silvano Nigro, conclude Lietta Manganelli. Conducono Marco Belpoliti e Andrea Cortellessa. Letture di Paolo Bessegato

Il 15 novembre 1922 nasceva a Milano, da famiglia originaria di Roccabianca in provincia di Parma, Giorgio Manganelli. A Milano si sposa nel 1946 con Fausta Chiaruttini per poi risiedervi sino al 1953: quando si trasferisce a Roma, dove muore il 28 maggio 1990. La sua città natale gli rende omaggio, nel centenario della nascita, con interventi dei critici Mariarosa Bricchi e Salvatore Silvano Nigro (curatore delle sue opere presso Adelphi) e della figlia Lietta, che dopo un lavoro ventennale ha concluso la biografia paterna. Conducono l’incontro Marco Belpoliti e Andrea Cortellessa, che su Manganelli hanno curato un ricco numero monografico della rivista «Riga». In conclusione leggerà brani da Centuria, Altre concupiscenze e «Riga» Paolo Bessegato: che nel 1980 fu tra i protagonisti di una mise en espace di Centuria, allora da poco uscito, negli stessi ambienti del Castello Sforzesco. Proprio dal risvolto scritto dall’autore per Centuria proviene l’immagine che intitola l’incontro:

Il presente volumetto racchiude in breve spazio una vasta ed amena biblioteca; esso infatti raccoglie cento romanzi fiume, ma così lavorati in modi anamorfici, da apparire al lettore frettoloso testi di poche e scarne righe. […] Se mi si consente un suggerimento, il modo ottimo per leggere questo libercolo, ma costoso, sarebbe: acquistare diritto d’uso d’un grattacielo che abbia il medesimo numero di piani delle righe del testo da leggere; a ciascun piano collocare un lettore col libro in mano; ad un segnale, il Lettore Supremo comincerà a precipitare dal sommo dell’edificio, e man mano che transiterà di fronte alle finestre, il lettore di ciascun piano leggerà la riga destinatagli, a voce forte e chiara. È necessario che il numero dei piani corrisponda a quello delle righe, e non vi siano equivoci tra ammezzato e primo piano, che potrebbero causare un imbarazzante silenzio prima dello schianto.

libri


Altre concupiscenze, Giorgio Manganelli, Adelphi
Filologia fantastica. Ipotizzare, Manganelli, Andrea Cortellessa, Argolibri
Giorgio Manganelli. Aspettando che l'inferno cominci a funzionare, Lietta Manganelli, La Nave di Teseo
Giorgio Manganelli. Aspettando che l’inferno cominci a funzionare, Lietta Manganelli, La Nave di Teseo
La mort comme lumière. Écrits sur les arts du visible, Andrea Cortellessa, Cahiers de l'Hôtel de Galliffet
Riga 44. Giorgio Manganelli, Andrea Cortellessa, Marco Belpoliti, Quodlibet

Aggiungi al tuo Calendario:

20/11/2022 18:00:00 20/11/2022 19:00:00 Europe/Rome BOOKCITY: Il lettore supremo. Manganelli da zero a cento, 1922-2022 Con Mariarosa Bricchi e Salvatore Silvano Nigro, conclude Lietta Manganelli. Conducono Marco Belpoliti e Andrea Cortellessa. Letture di Paolo Bessegato - <p>Il 15 novembre 1922 nasceva a Milano, da famiglia originaria di Roccabianca in provincia di Parma, Giorgio Manganelli. A Milano si sposa nel 1946 con Fausta Chiaruttini per poi risiedervi sino al 1 Castello Sforzesco, Castello Sforzesco, Milano BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY