Scritti dalla Città Mondo - Lo sport come spazio inclusivo

Con Giorgia Bernardini e Nadeesha Uyangoda

La body culture vigente ci propone una specifica immagine delle sportive: donne muscolose e senza trucco con indumenti che mostrano un corpo atletico. Ma cosa accade quando alla pratica dello sport prendono parte le atlete musulmane, donne che secondo la loro cultura, tradizione e credo religioso sono considerate rispettabili solo se seguono i criteri di modestia nel comportamento e nell’abbigliamento? E quali sono le difficoltà che queste donne devono affrontare nei contesti sportivi, governati da regolamenti che per lo più vietano l’utilizzo dell’hijab, il velo sul capo, durante le competizioni? Attraverso le storie iconiche di Ramla Ali, Khalida Popal, Asma Elbadawi e Hasnaa Bouyij, quattro sportive che hanno rotto il tetto di cristallo, lottando per coniugare sport e religione, cultura e passione, l’autrice ci guida nelle rivoluzioni che hanno coinvolto il mondo sportivo internazionale dove sempre più atlete musulmane si stanno battendo per autodeterminarsi e non dover scegliere tra velo e pratica agonistica. Dal basket al pugilato, dal calcio al rugby, non si tratta di vicende isolate, ma di storie di atlete diventate attiviste e punti di riferimento per le bambine di domani. Donne capaci di contrastare con le proprie scelte le dinamiche razziste e la cultura egemonica che ancora dominano le nostre società.

Giorgia Bernardini è nata a Catania nel 1985 e attualmente vive a Berlino. Scrive di sport su l’Ultimo Uomo e co-conduce Goleadora, un podcast sul calcio femminile. Nel 2020 ha fondato Zarina – la newsletter sullo sport femminile.

Nadeesha Uyangoda è autrice del libro "L'unica persona nera nella stanza" (66thand2nd, 2021) e ideatrice di Sulla Razza (Juventus / Undermedia), un podcast che traduce parole e concetti sulla questione razziale dal contesto angloamericano alla società italiana. Ha scritto per media nazionali e stranieri, tra cui Open Democracy, Al Jazeera English, Telegraph, La Stampa, Robinson di Repubblica. Ha vinto il Premio Sila nella sezione “Economia e Società”, il Premio Rapallo Speciale "Anna Maria Ortese”, il Premio Anima 2021 per la letteratura e il Premio Giuditta per la saggistica. Cura la rubrica Il Libro su Internazionale.

libri


Velata. Hijab, sport e autodeterminazione, Giorgia Bernardini, Casa editrice Capovolte

Aggiungi al tuo Calendario:

18/11/2022 15:30:00 18/11/2022 16:28:00 Europe/Rome BOOKCITY: Scritti dalla Città Mondo - Lo sport come spazio inclusivo Con Giorgia Bernardini e Nadeesha Uyangoda - <p>La body culture vigente ci propone una specifica immagine delle sportive: donne muscolose e senza trucco con indumenti che mostrano un corpo atletico. Ma cosa accade quando alla pratica dello sport MUDEC - Museo delle Culture, via Tortona 56, Milano BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY