Durrenmatt e Borges. Piangere per l’uomo bestia: l’ibrido nel cuore del Labirinto

Con Antonia Broglia, Vincenza Minniti e Anna Torterolo

Cerchiamo l'innocenza, ma non la troviamo più. Finito il mito del"buon selvaggio" distrutto dalli antropologia; finito il mito dell’infanzia: troppo simili gli adulti i bambini e troppo presto grandi. Ci restano gli animali: lo sguardo di un cane pieno di affetto e fiducia dice di un universo senza astuzia e di semplici istinti primari. L'uomo dalla mente sottile, l'homo sapiens, si scopre attratto da una animalità primitiva, innocente perché il vero male è nella subdola mente della furba Arianna, autrice del trucchetto del filo. Il Minotauro nei suoi numerosi avatar novecenteschi racconta questo: ibrido fra uomo e animale, vive solo, nel cuore del labirinto. È feroce, triste e sarà vittima del desiderio di potere che si fa inganno. Borges e Durrenmatt intuirono la modernità del mito, ma fu soprattutto Picasso ad identificarsi in quel mucchio di carne dolente e con lui Cocteau, Melotti ed altri. Fino ai moderni giochi elettronici, che conoscono l'ambiguità del mostro tra paura e tenerezza.

È richiesta la prenotazione al 349/0777807.

libri


La casa di Asterione, Jorge Luis Borges, Loescher
Minotauro, Friedrich Durrenmatt, Adelphi

Aggiungi al tuo Calendario:

20/11/2022 17:30:00 20/11/2022 19:00:00 Europe/Rome BOOKCITY: Durrenmatt e Borges. Piangere per l’uomo bestia: l’ibrido nel cuore del Labirinto Con Antonia Broglia, Vincenza Minniti e Anna Torterolo - <p>Cerchiamo l'innocenza, ma non la troviamo più. Finito il mito del"buon selvaggio" distrutto dalli antropologia; finito il mito dell’infanzia: troppo simili gli adulti i bambini e troppo presto gran Centro Culturale della Cooperativa, Via Hermada, 14 BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY