Dante per tutti

Ente Promotore

Luca Maria Spagnuolo

Scuole di riferimento

Superiori

Fascia di età

14-15 anni, 16-18 anni

Dedicato a

Progetto aperto

Luogo

Online

Numero massimo iscrizioni

12

Obiettivi e descrizione progetto

Dante per tutti è una iniziativa culturale nata nel 2015 e tenutasi a Roma per sei edizioni consecutive. La sua finalità è quella di diffondere la cultura e la civiltà medievali attraverso la Divina Commedia, l’arte e la letteratura

Ogni incontro prevede la lettura e il commento di un Canto dantesco, la cui tematica è correlata a un approfondimento sulla cultura, il teatro e la letteratura medievali. Vengono infatti proposte leggende databili tra il XIII e il XV secolo, lette e discusse nella loro versione originale in volgare italiano: frammenti di leggende di Santi e miracoli e brani provenienti dal repertorio giullaresco medievale. 

Ogni incontro ha la durata di un’ora circa ed è così articolato

- introduzione del Canto dantesco; 

- commento e lettura di una leggenda o di un brano teatrale medievale correlato al Canto in esame; 

- lettura e commento del Canto terzina dopo terzina; 

- declamazione per intero del Canto. 

Tutti i testi provengono da manoscritti e incunaboli non editi o di difficile reperibilità, trascritti presso alcune delle più importanti biblioteche e istituti. Seppur antichi, questi brani costituiscono un’innovativa risorsa: un patrimonio non più solo per specialisti e studiosi ma finalmente restituito al pubblico. Il progetto Dante per tutti ha riscosso negli anni un grande successo ed è riuscito ad attirare un pubblico eterogeneo e numeroso, arrivando a contare centinaia di persone ad ogni incontro. 

L’iniziativa può essere realizzata programmando un ciclo di incontri dal numero variabile oppure un singolo appuntamento, a seconda della calendarizzazione e delle esigenze della scuola ospitante. Il ciclo completo di incontri è di 12 appuntamenti

ELENCO DEGLI INCONTRI

1) INFERNO CANTO I
 - La selva oscura e le visioni dell’aldilà nel medioevo. Il Canto iniziale della Divina Commedia introdotto dalla lettura di una delle più celebri visioni dell’aldilà del Medioevo: la storia del cavaliere irlandese Tantolo. 

2) INFERNO CANTO V- 
Paolo e Francesca e la leggenda del monaco tentato dal diavolo
 Il celebre. Canto di Paolo e Francesca introdotto dalla leggenda di un monaco superbo tentato da un diavolo apparsogli nelle vesti di una bella e seducente fanciulla.
 

3) INFERNO CANTO X
 - Farinata degli Uberti e Santa Giuliana che incatena il diavolo.
 L’appassionante incontro tra Dante e il ghibellino Farinata degli Uberti, condannato tra gli eretici. Il Canto è introdotto dalla leggenda di santa Giuliana di Nicomedia che, prima di essere condotta al martirio, incatenò il demonio apparsole nel proprio carcere.
 

4) INFERNO CANTO XIII
 - Pier delle Vigne - Il diavolo in fuga! 
La selva dei suicidi e la triste storia di Pier delle Vigne, il cancelliere di Federico II condannato per l’eternità in un corpo vegetale. Il Canto è introdotto dalla leggenda di san Giovanni Gualberto, il monaco che scacciò il demonio percuotendolo con la Croce.
 

5) INFERNO CANTO XXVI - 
Ulisse - Il patto con il diavolo nel Medioevo
. Il grande Canto dedicato alla mitica figura di Ulisse. Il Canto è introdotto dalla lettura della storia di Teofilo, il Santo che secoli prima di Faust vendette l’anima al diavolo.
 

6) INFERNO CANTO XXXIII
 - Il Conte Ugolino - L’ombra del diavolo alla fine del Medioevo
. La tragica storia del Conte Ugolino della Gherardesca, condannato a morire insieme ai figli nella "Torre della Fame” di Pisa. L’approfondimento sulle leggende medievali è dedicato all’ossessione del demoniaco nei secoli conclusivi del Medioevo.
 

7) PURGATORIO CANTO III - 
Manfredi di Svevia - La legenda del bambino consacrato al diavolo.
 La straordinaria storia di Manfredi di Svevia, il sovrano scomunicato dal Papa ma salvato da Dio. Apre l’incontro dantesco la lettura di un inedito Cantare del XV secolo, in cui vi è narrata l’incredibile storia di un bambino venduto al diavolo ma salvato da san Basilio.
 

8) PURGATORIO CANTO VI
 - Ahi serva Italia! - San Francesco e la Pace.
 Il grande Canto politico della Divina Commedia introdotto da un approfondimento sul ruolo della Pace nell’esperienza terrena di san Francesco d’Assisi: il racconto di quando il poverello scacciò i demoni da Arezzo e di come, poco prima di morire, concilio il Podestà e il Vescovo d’Assisi. 

9) PURGATORIO CANTO XXX - 
Beatrice - La conversione di san Francesco.
 Il Canto centrale della Divina Commedia: l’incontro tra Dante e Beatrice. Il Canto è introdotto dal racconto dell’incontro tra Francesco e il lebbroso e la sua immediata conversione al Vangelo.
 

10) PARADISO CANTO XI - 
San Francesco d’Assisi - San Francesco e le stigmate. 
Il racconto della “mirabil vita” del poverello d’Assisi. Il Canto è introdotto da un testo giullaresco del XIV secolo sulle stigmate di san Francesco.
 

11) PARADISO CANTO XXX
 - L’Empireo - La leggenda del giocatore pentito. 
L’ingresso di Dante e Beatrice nel cielo di Dio. Il Canto è introdotto dalla lettura di un testo giullaresco del XIV secolo: un giocatore di dadi crede di aver assassinato Gesù e chiede perdono alla Vergine Maria.
 1

12) PARADISO CANTO XXXIII
 - L’amor che move il sole e l’altre stelle - L’inganno di Maria al diavolo 
Il meraviglioso. Canto conclusivo della Divina Commedia. Apre l’incontro un appuntamento sulla Vergine Maria nella devozione popolare: il racconto di un medesimo miracolo di Maria presente in un testo giullaresco del XIV secolo e in una canzone napoletana dell’Ottocento. LUCA MARIA SPAGNUOLO Classe 1986, laureato in Storia dell’Arte a La Sapienza di Roma, lavora in gallerie d’arte a New York, Berlino e poi Roma. Prima di tornare in Italia, proprio a Berlino, decide di studiare la Divina Commedia. Tornato a Roma, lavora in una galleria e da qui passa alle biblioteche di Roma, dedicandosi allo studio della letteratura italiana delle origini. L’idea del progetto nasce in collaborazione con un’associazione culturale romana, presso la quale inizia a organizzare delle letture che proseguono settimanalmente. Successivamente arriva il Patrocino dalla Società Dante Alighieri e anche una lettera di incoraggiamento da parte del Presidente Ciampi. Nel frattempo, gli studi sul Medioevo lo portano su un nuovo ambito: il teatro medievale e la letteratura devota e giullaresca in volgare italiano. In seguito lo spazio per le letture diviene la Cripta della Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone. Negli anni, il “format” viene ospitato in contesti diversi e con sempre maggiore riscontro di pubblico: La Casa di Dante a Firenze, Il Castello d’Aquino a Grottaminarda e, negli ultimi due anni, la manifestazione dell’Estate Romana “Letture d’Estate” nei Giardini di Castel Sant’Angelo e ancora, la manifestazione “Lungo il Tevere Roma 2019”. ULTIME INTERVISTE 27 Marzo 2021, intervista a RTL 120.5 News
https://play.rtl.it/ospiti/35/dante-per-tutti-ospite-luca-maria-spagnuolo-sabato-27-marzo-2021/?fbclid=IwAR3j7ECT15CuSm1FZpCIun2G_0_UheJeuZyXrahSPKHt8n1OiBBu8Aww9wk 3 Novembre 2020, intervista a Persone (ITV)
https://www.youtube.com/watch?v=MenJh5BYlP4 9 Maggio 2020: Intervista a CusanoTV
https://www.youtube.com/watch?v=90ot87TBoyM CANALI SOCIAL: https://www.facebook.com/dantepertutti https://www.instagram.com/dantepertutti https://www.youtube.com/channel/UCP5I5vn_QVWHTdaW_P7rYOQ

Tempistiche

Date da concordare. Ogni appuntamento ha la durata di un'ora circa. Il numero degli incontri è variabile, da dodici (ciclo completo) ad uno.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Verranno inviati i testi dei Canti letti e commentati, corredati anche da foto di miniature e di opere d'arte d'epoca medievale.

Risultati Attesi

Libro e Autore

Dante Alighieri, La Divina Commedia

MARIA SPAGNUOLO Classe 1986, laureato in Storia dell’Arte a La Sapienza di Roma, lavora in gallerie d’arte a New York, Berlino e poi Roma. Prima di tornare in Italia, proprio a Berlino, decide di studiare la Divina Commedia. Tornato a Roma, lavora in una galleria e da qui passa alle biblioteche di Roma, dedicandosi allo studio della letteratura italiana delle origini. L’idea del progetto nasce in collaborazione con un’associazione culturale romana, presso la quale inizia a organizzare delle letture che proseguono settimanalmente. Successivamente arriva il Patrocino dalla Società Dante Alighieri e anche una lettera di incoraggiamento da parte del Presidente Ciampi. Nel frattempo, gli studi sul Medioevo lo portano su un nuovo ambito: il teatro medievale e la letteratura devota e giullaresca in volgare italiano. In seguito lo spazio per le letture diviene la Cripta della Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone. Negli anni, il “format” viene ospitato in contesti diversi e con sempre maggiore riscontro di pubblico: La Casa di Dante a Firenze, Il Castello d’Aquino a Grottaminarda e, negli ultimi due anni, la manifestazione dell’Estate Romana “Letture d’Estate” nei Giardini di Castel Sant’Angelo e ancora, la manifestazione “Lungo il Tevere Roma 2019”. ULTIME INTERVISTE 27 Marzo 2021, intervista a RTL 120.5 News
https://play.rtl.it/ospiti/35/dante-per-tutti-ospite-luca-maria-spagnuolo-sabato-27-marzo-2021/?fbclid=IwAR3j7ECT15CuSm1FZpCIun2G_0_UheJeuZyXrahSPKHt8n1OiBBu8Aww9wk 3 Novembre 2020, intervista a Persone (ITV)
https://www.youtube.com/watch?v=MenJh5BYlP4 9 Maggio 2020: Intervista a CusanoTV
https://www.youtube.com/watch?v=90ot87TBoyM CANALI SOCIAL: https://www.facebook.com/dantepertutti https://www.instagram.com/dantepertutti https://www.youtube.com/channel/UCP5I5vn_QVWHTdaW_P7rYOQ