Teatroteca. Luogo di incontro, cultura e partecipazione

Ente Promotore

Associazione culturale Choros Teatro

Scuole di riferimento

Elementari, Medie

Fascia di età

6-7 anni, 8-10 anni, 11-13 anni, 14-15 anni

Dedicato a

Progetto aperto

Luogo

Fuori da scuola - Anfiteatro Cassina Anna, Bruzzano

Numero massimo iscrizioni

2

Obiettivi e descrizione progetto

Il progetto “Teatroteca”, prevede la creazione e il mantenimento, a partire da marzo 2021, di un luogo di incontro, cultura e partecipazione attiva della comunità, presso l’Anfiteatro di Cassina Anna, all’interno del quartiere Bruzzano a Milano. Si tratta di un quartiere ad alta densità abitativa, con fasce di popolazione, in particolare tra i giovani residenti delle case popolari, caratterizzate da un acuito disagio socio-economico. In un momento storico in cui la pandemia ha inciso notevolmente sulla vita di bambini e bambine, ragazzi e ragazze, acuendo una sempre crescente difficoltà di relazione e incontro, in una situazione già segnata dall’utilizzo massiccio di social network e dispositivi digitali, l’obiettivo è quello di un luogo di molteplice raccolta di incontri, occasioni, esperienze collettive e personali attraverso la pratica teatrale nelle sue varie accezioni. Il suffisso “teca”, vocabolo di origine greca, definisce un luogo nel quale raccogliere, conservare, curare dei beni preziosi. Prezioso è il senso di comunità, e il valore e l’apporto del singolo al suo interno, in una società con una tendenza invidualistica e che fatica a trovare orientamento verso il bene comune. In un contesto economico con possibilità di spesa medio bassa per le famiglie, che ha portato a mettere in secondo piano le spese per cultura e formazione per far fronte ai bisogni primari, le famiglie destinatarie del progetto, e i relativi figli, bambini e bambine frequentanti la scuola primaria, ragazzi e ragazze della scuola secondaria di primo grado, potranno usufruire, a fronte di un iscrizione con tesseramento, a tutte le attività proposte presso la “Teatroteca” gratuitamente e con la frequenza che si preferisce. In termini quantitativi il progetto si indirizza agli allievi dei cinque istituti scolastici presenti sul territorio, considerando la fruizione degli spazi dell’Anfiteatro e le relative attività, come attività da svolgersi in orario extra-scolastico e come attività organizzate in collaborazione con gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto. Gli utenti di “Teatroteca” avranno la possibilità di accedere alle attività proposte all’aperto presso l’anfiteatro di Cassina Anna, andando a popolare un luogo di condivisione, un luogo “da vivere” e di cui prendersi cura. “Teatroteca” intende rispondere al bisogno di condivisione, partecipazione attiva, incontro raccogliendo e stimolando negli utenti esperienze positive di scambio, dalle quali attingere per rafforzare identità, autostima, rispetto e fiducia nell’altro. I destinatari dell’intervento saranno coinvolti nella fase di attuazione delle attività teatrali attraverso la loro partecipazione attiva alle stesse. Ai destinatari sarà richiesta un’iscrizione con possibilità di frequenza libera alle attività e saranno presenti dei momenti di coinvolgimento anche delle rispettive famiglie: ad esempio saranno proposti dei laboratori genitori-figli. Verranno anche realizzate delle restituzioni performative dei progetti svolti (piccole performances, mostre, spettacoli teatrali, ecc…) realizzati dagli utenti sotto la guida dei conduttori. All’interno del gruppo viene proposta una relazione di qualità, nella quale valorizzare le proprie inclinazioni, l’ascolto reciproco, l’accoglienza. Ogni utente avrà così a disposizione il proprio spazio di espressione e sguardo, nei confronti di sé e dell’altro.

Tempistiche

Incontri settimanali: Bambine e bambini - Venerdì dalle 17.00 Ragazzi e ragazze - Mercoledì dalle 16.30 

Le attività verranno organizzate e svolte all’aperto, nell’Anfiteatro, compatibilmente con le condizioni meterologiche, in caso contrario appoggiandosi ad uno spazio coperto antistante. Saranno seguite le norme in vigore relative a Covid-19 e sarà possibile fruire dello spazio compatibilmente con la possibilità di garantire il rispetto del distanziamento sociale tra i partecipanti. Le attività proposte presso la “Teatroteca” saranno caratterizzate dal linguaggio teatrale declinato nelle sue molteplici specificità e discipline artistiche collegate. Crediamo che il linguaggio teatrale possa contribuire a creare un clima ludico, empatico, complice tra gli utenti: il teatro luogo di incontro per eccellenza, luogo nel quale la collaborazione tra i soggetti è volta a creare qualcosa di nuovo, di interessante nell’ambito di relazioni “di qualità”, nelle quali le specificità di ognuno vengano valorizzate ed ascoltate. Negli anni abbiamo compreso quanto sia interessante risvegliare questo sguardo desideroso di incontrare l'altro all'interno di un esperienza che dà la possibilità di sperimentare una qualità alta di incontro, permette di guardarsi attraverso uno sguardo che viene allenato al non avere pre-giudizio, né giudizio. Si rimetterà al centro la funzione civile del teatro, con la rilettura di parti di miti, classici e letteratura contemporanea, quale modo di consolidare la comunità e di analizzare ed esorcizzare, attraverso il rito, conflitti e drammi che la attraversano.

Materiali messi a disposizione dall’ente promotore

Risultati Attesi

Ogni partecipante avrà a disposizione uno spazio in un grande quaderno, il “diario” del progetto, in cui durante o al termine degli incontri presso la “Teatroteca” potrà lasciare sottoforma di parole, frasi o piccoli disegni ispirati dalla partecipazione alle attività. Il “diario” sarà consultato dai professionisti e sarà oggetto di valutazione delle emozioni nate durante gli incontri di laboratorio. Ogni quattro mesi ci sarà un momento dedicato alla valutazione e verifica del progetto per valutare il progresso degli obiettivi prefissati attraverso il confronto con tutti i professionisti che contribuiscono alla sua realizzazione, tramite indicatori quali la frequenza di partecipazione alla diverse attività, come numero dei partecipanti presenti e come durata degli incontri; la frequenza della proposta, diretta o indiretta, da parte dei vari partecipanti come leader temporanei all’interno del gruppo, con l’obiettivo di avere maggiore ricambio possibile di tale ruolo.

Libro e Autore

Informazioni utili per gli insegnanti

Il progetto “Teatroteca” si propone come obiettivo l’educazione al sociale, l’incontro, la condivisione, l’esperienza positiva dello scambio. I destinatari conosceranno nuove possibilità di confronto con un gruppo di lavoro guidato e lavoreranno sul miglioramento della propria capacità espressiva e di relazione. “Teatroteca” si pone inoltre come punto di riferimento culturale, mediante l’incontro con grandi autori e testi della letteratura teatrale e non, in complementarietà con l’attività scolastica frontale creando una “letteratura che cammina e che parla davanti ai nostri occhi”. Il progetto favorisce inoltre la multidisciplinarietà, la connessione tra linguaggi artistici diversi (pittura, danza, scenotecnica, musica….) e la comprensione delle connessioni in essi presenti. Nostro obiettivo è arricchire la didattica ordinaria e offrire ai partecipanti la possibilità di lavorare anche in piccolo gruppo, in uno spazio aperto, alternativo all’aula, promuovendo l’espressività e la creatività attraverso il teatro. Durante gli incontri di laboratorio sarà dato spazio al confronto tra i partecipanti grazie a momenti di discussione, in cui i partecipanti lavoreranno in piccoli gruppi per raggiungere insieme obiettivi comuni, cercando di migliorare reciprocamente il logo apprendimento. Metodo di valutazione sarà Ogni partecipante avrà a disposizione uno spazio in un grande quaderno, il “diario” del progetto, in cui durante o al termine degli incontri presso la “Teatroteca” potrà lasciare sottoforma di parole, frasi o piccoli disegni ispirati dalla partecipazione alle attività. Il “diario” sarà consultato dai professionisti e sarà oggetto di valutazione delle emozioni nate durante gli incontri di laboratorio. Ogni quattro mesi ci sarà un momento dedicato alla valutazione e verifica del progetto per valutare il progresso degli obiettivi prefissati attraverso il confronto con tutti i professionisti che contribuiscono alla sua realizzazione, tramite indicatori quali la frequenza di partecipazione alla diverse attività, come numero dei partecipanti presenti e come durata degli incontri; la frequenza della proposta, diretta o indiretta, da parte dei vari partecipanti come leader temporanei all’interno del gruppo, con l’obiettivo di avere maggiore ricambio possibile di tale ruolo.